26 feb 2014

TREND WATCH • MILAN FASHION WEEK - PART ONE

La Milano fashion week, si è appena conclusa e al contrario delle altre fashion week, penso sia stata una delle più interessanti, innovative e coraggiose. Milano quest'anno ha fatto centro, sia per la scelta di presentare nomi più o meno emergenti sia per il programma in calendario. Il livello di bravura, competenza e originalità si è alzato e a parte per tre grandi nomi che mi hanno molto delusa, vedi: Gucci, Versace e Prada, queste collezioni donna fall/winter 2014/15 mi hanno davvero conquistata. 
La Camera della Moda si è stretta attorno ai suoi stilisti sostenitori e ai giovani emergenti mostrando l'importanza dello stile e della moda italiana nel mondo.
Di questa Milano fashion week alcune sono le sfilate che più mi hanno colpito, ad iniziare da Antonio Marras che ho adorato, soprattutto per il tema un po' oscuro da "twilight", Msgm per il tema"paint" e per le stampe dal gusto artistiche e Jil Sander per le forme e per la scelta dei colori delicati, poetici e silenziosi.

Per la prima parte ho seguito un filone minimale, accomunando le collezioni che avevano in comune questo stile, a metà tra lo sportivo e il minimale, tagli laser forme scultore e geometriche.
Qua di seguito ho scelto per voi alcuni dei mie "look perfetti".


Marni per questa collezione prende ancora ispirazione al mondo dello sportwear ma contaminandolo da pennellate pittoriche ed effetti grafici di stile etnico, pellicce e balze che balze sconvolgono  il rigore degli gli abiti e delle linee diritte, rendendoli femminili e quasi folk. 
Rompe gli schemi il fuxia e l'uso del maetallico oro e argento, usato anche per stampe astratte.


Ennio Capasa per Costume National, ritornato dopo ani d'assenza a sfilare a Milano, conferma il suo amore per il bianco e per il nero con accenni di blu e rosso, portando in passerella una collezione maestosa ed elegante, dove questa donna grintosa rompe gli schemi, è una donna metropolitana la donna di Capasa, sexy in pelliccia e tacchi alti ma anche sportiva in completi maschili dal tessuto felpa e jersey, stampato in gessato.



Iceberg prosegue alla sue seconda collezione con il nuovo designer argentino, seguendo una linea minimal  semi futuristica. L'ispirazione è spaziale, a metà tra il futuro e i ghiacci, robotica e glaciale ma allo stesso tempo dedicata al mondo dello sport.. 
I dettagli soni ricercati tagli laser, argento per un tocco di lusso e anche qua uso dell pelliccia a mo di collo in tinte forti come arancio e giallo. Le stampo astratte rompono la monotonia del bianco e del grigio donando spruzzi di colori accessi blu, aranci, gialli e verdi.



Jil Sander si lascia incantare dai colori cipriati per quetasa stagione invernale. La donna Jil sander è così una donna algida e quasi etera.Gli abiti sono strutturati minimali ed austeri come nel gusto Jil Sander ,ma i colori pastello molto delicati, richiamano ad un mondo infantile. Lasciano il segno però le scarpe maschili stringate accese e di carattere gialle, blu e rosa.


Basando la palette colori su i toni del grigio e del nero Giorgio Armani resta fedele alla sua linea minimale e fluida ma aggiungendo quel tocco flou e luccicante dato dal verde acido. Un brio di colore per Armani che propone una collezione cittadina, elegante ma anche comoda per una donna indipendente e e chic.


Le immagini sono state selezionate da Style.com e Style.it

3 commenti:

Flavia Eriel ha detto...

stupendi tutti!!
ì ♥
do u want to follow each other on Instagram?I'm @chicstreetchoc I'll follow u back for sure!!
FOLLOW ME ON FACEBOOK
CHIC STREET CHOC

Flavia Eriel ha detto...

stupendi tutti!!
ì ♥
do u want to follow each other on Instagram?I'm @chicstreetchoc I'll follow u back for sure!!
FOLLOW ME ON FACEBOOK
CHIC STREET CHOC

Chiara THEFASHIONSUBURBS ha detto...

Grazie mille Flavia!
Tra poco ne pubblicherò altri!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...